TARRACO
Seat

 

Ho condotto il Name Test in Italia per il modello di grande Suv lanciato da Seat nel 2018. La finalità di un Name Test è di verificare la short list finale di nomi presso il target. La metodologia è quella del focus group con gli users, con l’obiettivo di valutare in tutti gli aspetti i nomi per vari modelli di automobile. In particolare ho condotto i Name Test per il mercato italiano, che hanno portato alla scelta dei nomi: Seat Arona, Seat Ateca, Seat Tarraco.

IL NOME TARRACO PER IL GRANDE SUV SEAT

La ricerca strategica e creativa del nome è stata condotta dai colleghi spagnoli della società di naming Nombra.

Come per ogni ricerca di naming si arriva a produrre varie centinaia di nomi, che poi vengono scremati per trattenere quelli più aderenti al posizionamento e allo stile del brand, e che non creano problemi per la registrazione del marchio nei paesi in cui verrà distribuita l’automobile. I numeri ovviamente si riducono tantissimo, e si arriva ad una decina di candidati, che sono chiaramente i migliori e più forti, essendo sopravvissuti ad una complessa serie di verifiche.

IL NAME TEST QUALITATIVO

L’ultima verifica è quella linguistica internazionale che considera la forza, l’adeguatezza e l’apprezzamento nei principali paesi di esportazione del modello. È qui che entro in campo io, in contemporanea con i colleghi di naming Francesi, Inglesi, Tedeschi e Spagnoli; ognuno nel suo paese ha condotto il name test, una ricerca qualitativa molto tecnica e finalizzata, con i potenziali acquirenti di questo modello di auto, e focalizzata sui nomi “finalisti”.

Il name-test prende in considerazione tutti gli aspetti dei nomi: la pronuncia, la gradevolezza del suono, la ricchezza di evocazioni immediate e ragionate. Considera il nome in assoluto, e in relazione alla personalità dell’automobile e del brand Seat, e mette i nomi potenziali in confronto tra loro e con i nomi dei competitor. I focus group organizzati per il grande suv Seat hanno lavorato su 9 nomi finalisti; i risultati sono stati analizzati da noi consulenti “locali” per ogni cultura e poi sintetizzati dal team di colleghi spagnolo, che era in contatto con il cliente Seat.

IL TEST QUANTITATIVO

I focus group qualitativi sono serviti per validare i 9 nomi finalisti, coglierne i punti di forza nei vari mercati e culture, e per restringere ulteriormente la rosa dei candidati. I nomi che hanno riscosso i migliori risultati a livello internazionale sono stati successivamente sottoposti ad un test quantitativo on line che ha coinvolto un altissimo numero di utenti, 146.000 e che ha portato alla vittoria del nome Tarraco rispetto agli altri candidati Avila, Alboran, e Aranda. Ed ora veniamo a questo fatidico nome Tarraco, che in Italia ha avuto un alto apprezzamento tra i partecipanti ai focus group e così negli altri paesi, posizionandosi nella rosa ristretta.

IL NOME TARRACO È PIACIUTO IN ITALIA

È stata da subito colta la sua familiarità con la cultura spagnola, anche se non è emersa la vicinanza con il nome della città di Tarragona. Tarraco è infatti l’antico nome romano di questa città catalana, che fu un importante emporio mediterraneo ai tempi dell’impero romano nel terzo secolo DC. I resti archeologici sono oggi patrimonio Unesco e il nome Tarraco rinnoverà anche l’interesse per il territorio catalano.

Tarraco è risultato un nome adatto a suggerire robustezza, forza, muscolarità, e quindi ideale per nominare il grande suv Seat, di 5 o 7 posti, potente, grande, importante. Il sound spagnolo lo ha avvicinato molto al brand Seat e alla famiglia di automobili Seat che hanno nomi di luogo e che nel sounding richiamano facilmente la lingua spagnola: Marbella, Ibiza, Cordoba, Malaga, Toledo …

Ho condotto i name test anche per i precedenti modelli Seat lanciati sul mercato italiano negli ultimi anni: Arona e Ateca entrambe località, la prima nell’isola di Tenerife, la seconda vicino a Saragozza. Ogni volta è un piacere partecipare ad un processo così complesso, e conoscere in anticipo come si stanno muovendo le grandi marche.