Pochi si permettono (e si possono permettere) un claim in latino. Con il naming è diverso, e infatti sono tanti i brand name in lingua latina, ancora di più quelli che richiamano le sonorità greche. Ma un claim in latino è un’audacia da rimarcare.

Ingenium et ars unum sunt in opere. Pagina intera su un settimanale, toni vellutati, materia, oggetti di arte e di artigianato, prestigio, bellezza. Già sarebbe bastata l’immagine; il nome/marca Brunello Cucinelli definisce il contesto, e il claim di campagna in latino zittisce tutti. Peraltro si tratta di una frase che utilizza termini molto accessibili sia ad un target italiano sia ad un target inglese, francese, neolatino, che può riconoscere facilmente i sostantivi presenti nella citazione.

Non mi cimento (e anche la rete è un po’ confusa) ad attribuire questa frase a qualche letterato dei secoli antichi. La attribuisco al brand Brunello Cucinelli che ha creato un mondo, un posizionamento, una missione, un concentrato valoriale, che rende plausibile l’uso del latino e dei contenuti forti di questa frase: ingegno, arte, tutt’uno, opera.

Leggo la storia di Brunello Cucinelli e comprendo la potenza di quello che ha creato partendo da poco: geometra, famiglia di contadini, la campagna di Perugia. Ora il suo brand si incardina su concetti come neoumanesimo, dignità morale, riscoperta della coscienza, migliorare concretamente, forti radici antiche, etica, bene comune, e su tutti capitalismo umanistico.

Non aggiungo altro se non qualche riflessione sui nomi: Brunello Cucinelli sembra un composto creato ad hoc per rimarcare un senso italiano, tipico, familiare, con una vena popolare. Tutte quelle doppie non sono proprio pane per uno straniero; però sono “L”, quindi un po’ più facili da far risuonare. Brunello deriva dalla radice germanica brun che riguarda il colore scuro dei capelli; Cucinelli sembra essere un cognome di origine siciliana e deriva da “cucina o cugina”. Solomeo, il borgo in cui continua a crescere il dorato impero, duetta simpaticamente sia con Salomone (la saggezza esponenziale) sia con “solo mio” e mi fa sorridere se penso alla generosità e democraticità che tante fonti confermano vibrare laggiù.

Leggo testi e ascolto interviste dell’artefice di tutto ciò; scopro le citazioni da Kant, Dostoevskij, l’impegno etico, il credo. Quello che emerge è un pensiero nobile, alto, ambizioso. Ars et Ingenium. Il latino quindi appare come una benedizione nobile, alta, ambiziosa. Sic!

 

Solomeo Brunello Cucinelli